Polvere

Polvere

9

 

Vorrei che @VauroSenesi e @LiaCeli si chiedessero perché i #vigilidelfuoco non fanno #satira sui #terremoti. Ah già, dimenticavo: loro non sono mica intellettuali!

Cercare sopravvissuti fra le macerie ancora fumanti, scavare con le mani e la schiena che ti fanno sempre più male, per poi arrivare ad estrarre corpi senza vita coperti di una polvere grigia e sottile che li rende tutti simili, è sufficiente a far passare la voglia di scherzare a chiunque. Perché non si scherza sul dolore e le disgrazie altrui. C’è il momento per ridere e c’è quello per piangere ma, quando c’è il terremoto bisogna soprattutto darsi da fare.

Avevo ventitré anni appena compiuti nel maggio 1976 quando il terremoto del Friuli fece quasi mille morti. Prestavo servizio di leva in quel territorio e quell’evento cambiò per sempre il mio modo di vedere la vita. Raggiungere nel cuore della notte un luogo colpito senza la garanzia che i ponti da attraversare reggessero il peso dei mezzi della nostra autocolonna, dover aspettare le prime luci dell’alba per capire come muoversi in assenza di energia elettrica, scavare con le mani nude e l’elmetto, estrarre corpi grandi e piccoli, giovani e vecchi e allinearli nella palestra della scuola senza poterli neppure coprire con un lenzuolo.

Ritrovarsi sudati, sporchi, con le narici intasate di polvere, senza la possibilità di potersi lavare, in mezzo a gente che caparbiamente e ostinatamente, già a poche ore dal sisma, si dava da fare per ricominciare prima possibile a vivere una vita qualsiasi, ti fa sentire debole, inadeguato. Capisci quanto poco puoi fare per mitigare quella immane sofferenza e di certo non ti fa venire in mente di fare satira.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...